Charity Wall startUp di Social Hub Genova

Siamo lieti di festeggiare il successo di Charity Wall startUp di Social Hub Genova, incubatore di impresa sociale, che si è classificata come vincitore assoluto di SMARTcup 2018.

Charity Wall, start up innovativa proveniente dal percorso di creazione d’impresa Start&Growth, è stata accompagnata dal nostro Maurizio Astuni per ciò che riguarda lo sviluppo del progetto di misurazione dell’impatto sociale e per le azioni di marketing nei confronti dei soggetti del terzo Settore.

Charity Wall è una piattaforma di blockchain che rende trasparenti le donazioni effettuate dagli utenti verso associazioni no profit, mantenendo traccia di come vengono impiegati i fondi e del loro impatto sulla comunità.

L20181218_charitywall_sitoprogetti_immagine-fb’idea nasce da Luca Busolli, Simone Borghini ed Alessandro Giuntoni. Una sera a cena conversando dei più e del meno, si mettono a parlare dello scandalo degli SMS per i terremotati. “Avevamo tutti adottato un bambino a distanza, inviato un sms solidale per i terremotati e anche donato il 5 per mille ad istituzioni no-profit.”.Racconta Luca Busolli. “Non sapevamo però come fossero state impiegate le nostre donazioni e neanche se il loro utilizzo potesse effettivamente essere utile alla comunità. Quindi ci siamo chiesti come, con le nostre competenze, potessimo aiutare la trasparenza in questo settore.”

Charity Wall si propone quindi di far sapere come vengono utilizzati i soldi delle donazioni per una certa causa offrendo uno strumento utile alla valutazione dell’impatto sociale. Charity Wall è un portale web che si configura come facilitatore sia nella realizzazione di progetti sociali che nel coinvolgimento dei donatori. Offre un servizio in outsourcing per enti del terzo settore che intendono raccogliere fondi e nello stesso tempo mantiene aggiornati i donatori sull’allocazione dei fondi ottenuti della campagna a cui hanno aderito.

La piattaforma blockchain di Charity Wall consente la certificazione della documentazione inerente allo sviluppo dei progetti sociali e le relative transazioni.

Ognuno dei tre fondatori ha contribuito allo sviluppo di Charity Wall con le proprie competenze.20181120_132403

Luca Busolli – CEO – Chief Executive Officer – è Ingegnere Meccanico, ha conseguito il master E-MBA – Excutive Master in Business Administration – di FInmenccanica, vanta 14 anni di esperienza professionale in ingegneria, business development, management. E’ stato Amministratore delegato della società di RINA in Algeria, fondatore e amministratore di diverse Start-up.

Simone Borghini – CTO – Chief Technology Office – vanta 18 anni esperienza in ambito IT presso due multinazionali di settore e varie collaborazioni per progetti web, è programmatore Full Stack,  Growth Hacker e fondatore di due start-up.

Alessandro Giuntoni – CIO – Chief Innovation Officer ed esperto in Blockchain – è un ingegnere Informatico del Politecnico di Milano, vanta 14 anni di esperienza in Software Development (Web Application, Mobile APP), Programmatore Full Stack. Ha conseguito diverse certificazioni:  Microsoft MVC Web Application; IBM Blockchain Foundation for Developers; Smart Contracts – University at Buffalo & The State University of New York; Blockchain Platforms – University at Buffalo & The State University of New York.

Social Hub Genova ha scelto di essere l’incubatore di impresa di Charity Wall in quanto il nostro intento è quello di accompagnare la crescita di progetti di Innovazione sociale.

 

“Definiamo innovazioni sociali le nuove idee (prodotti, servizi e modelli) che soddisfano dei bisogni sociali (in modo più efficace delle alternative esistenti) e che allo stesso tempo creano nuove relazioni e nuove collaborazioni. In altre parole, innovazioni che sono buone per la società e che accrescono le possibilità di azione per la società stessa.”

“Libro bianco sull’innovazione sociale” di Robin Murray, Julie CaulierGrice e Geoff Mulgan.

 

spaziatore

back-torna-ai-progetti-in-corso

spaziatore

banadaazul

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva